Post taggati: dalla libera

De Luca come Dalla Libera: i problemi restano gli stessi

Da , 7 luglio 2015 18:56

img_3Il Sindaco di Oderzo, Pietro Dalla Libera, candidato a sostegno della Moretti alle ultime elezioni regionali, è riuscito ad entrare in Consiglio regionale a palazzo Ferro Fini.

La città dovrà ora assistere all’avvicendamento che porterà il Vice Sindaco, Bruno De Luca, a governare la città fino alle elezioni della prossima primavera.

Il passaggio di consegne, che sarà probabilmente ufficializzato entro la fine di luglio, avverrà a meno di un anno dalle prossime elezioni. Ci chiediamo dunque con che spirito l’Amministrazione comunale affronterà questo periodo di tempo. Ed è proprio il futuro Sindaco a dare delucidazioni in merito, dalle pagine della Tribuna. Vediamo in particolare due questioni tra le altre. Continua la lettura 'De Luca come Dalla Libera: i problemi restano gli stessi'»

Virata a babordo

Da , 9 febbraio 2015 17:26
Foto da La Tribuna di Treviso

Foto da La Tribuna di Treviso

A maggio i cittadini veneti saranno chiamati a rinnovare il consiglio regionale e, ad oggi, si profila la contrapposizione fra il presidente uscente, Luca Zaia, e la candidata del Partito Democratico Alessandra Moretti, già eurodeputata a Strasburgo, scelta a novembre mediante delle primarie molto discusse e a dir poco frettolose. Per contrapporsi alla potenza leghista il PD propone una strategia di alleanze allargate e di liste omnicomprensive a supporto della sua candidata. In quest’ottica, per quanto riguarda la provincia di Treviso, sono state proposte anche due liste a stampo civico in grado di raccogliere i voti dell’elettorato allergico ai simboli di partito. In una di queste due, di marcata connotazione centrista-moderata, potrebbe trovare posto anche il nostro sindaco Pietro Dalla Libera, o almeno queste sono le indiscrezioni che circolano in questi giorni sulla stampa locale (Tribuna di Treviso, 22/01/2015).

Continua la lettura 'Virata a babordo'»

La ringraziamo per un’eventuale risposta

Da , 13 gennaio 2015 20:57

Grazie alle nuovImg_2e tecnologie, ora il cittadino ha una modalità più veloce per interagire con il sindaco e l’amministrazione in generale. In particolare il primo cittadino di Oderzo è presente in un noto social network dove ha dimostrato di essere pronto nel fornire delle risposte vaghe alle critiche mosse dagli opitergini. Il problema si pone quando un qualsiasi residente scrive un commento di critica rivolto all’operato del Comune; la sua replica è sempre la stessa e cioè quella di inoltrare il quesito alla sua casella di posta elettronica. Nel nostro caso, abbiamo provato a fare come ci è stato suggerito, ma l’unico riscontro che abbiamo avuto è stata una mail del sindaco in cui ci comunicava che avrebbe girato le nostre richieste al tecnico competente da cui non abbiamo ricevuto risposta. Continua la lettura 'La ringraziamo per un’eventuale risposta'»

Cinque domande sull’illuminazione pubblica

Da , 10 dicembre 2014 09:59

Le 5 DOMANDE che rivolgiamo direttamente al Sindaco Pietro Dalla Libera:

1) Quanto risparmierà esattamente ogni cittadino di Oderzo grazie allo spegnimento dei lampioni che la sua Amministrazione sta portando avanti? E quanto sará il risparmio totale per ogni anno?

2) Chi beneficerà di questo risparmio su TASI e IMU, che secondo lei si dovrebbe ottenere spegnendo i lampioni? Non è forse vero che, per la prima casa, vi è giá esenzione dall’IMU, mentre la TASI a Oderzo è al 2,5 per mille, cioè il massimo?
Quali sono le aliquote IMU e TASI sugli immobili considerati di lusso? Anche per abbassare le tasse su questi ultimi vengono spenti i lampioni?

3) Perchè invece di spegnere i lampioni per risparmiare, non ha sostituito i vecchi lampioni con tecnologie a LED che permettono risparmi molto consistenti, come giá da anni le abbiamo suggerito tramite “lo Strillone”?

4) Perchè continua a sostenere che i lampioni vecchi a Oderzo vengono sostituiti con lampade a LED, quando questo è avvenuto solo in alcune vie? In diverse zone sono state installate negli ultimi mesi lampade al sodio, che portano vantaggi inferiori rispetto alle lampade a LED.

5) Visto anche il recente aumento dei furti in abitazione anche a Oderzo, cosa intende fare il Comune per la sicurezza degli opitergini, dato che i lampioni continuano a venire spenti e a volte restano al buio intere vie o zone di Oderzo?

 

Leggi i nostri articoli sulla questione lampioni e illuminazione pubblica!

Lampioni: vogliamo vederci chiaro!

Anche Milano passa ai led. Proposte per una migliore illuminazione pubblica

Oderzo lasciata al buio dall’amministrazione

La fine della crisi passa anche attraverso i nostri lampioni

A proposito di inquinamento luminoso

 

Img_2

Sulla nostra pagina Facebook :

Sulla stampa:

Amministrative a Oderzo

Da , 8 giugno 2011 19:21

Nelle ultime due settimane, la città di Oderzo è stata impegnata nel turno di elezioni amministrative che ha portato alla rielezione del Sindaco uscente Pietro Dalla Libera. L’esito delle urne era, probabilmente, scontato e molti avevano già previsto i risultati che le principali forze politiche avrebbero ottenuto, anche se non sono mancate delle sorprese.

Innanzitutto i risultati del primo turno hanno visto i voti concentrarsi sui principali contendenti di Ca’ Diedo, Dalla Libera e Michela Durante della Lega Nord, a scapito degli altri partiti. PD e PDL, infatti, hanno perso un gran numero di voti rispetto alle amministrative di cinque anni fa ma con delle differenze: se il PDL ha visto riconfermato il suo peso politico in consiglio comunale mantenendo un consigliere di minoranza, il centrosinistra, complice la legge elettorale, ha visto contrarre la sua presenza da tre ad un solo consigliere!

Altra sorpresa è stata il risultato del Movimento 5 stelle ideato dal comico Beppe Grillo: un 5% inaspettato che testimonia, forse, il rigetto nei confronti della politica che una parte della cittadinanza prova ma che, alla luce di questo consenso, impone ai suoi sostenitori uno sforzo per la città che sappia andare oltre la polemica.

Anche il ballottaggio ha riservato delle sorprese, non tanto per l’esito quanto per l’entità della vittoria di Dalla Libera, rieletto con quasi il 64% dei voti!

Guardando le cifre, un tale risultato è stato possibile grazie agli elettori di centro sinistra che hanno voluto, ancora una volta, prendere le distanze dalla politica leghista, preferendo ad essa un movimento civico. In una congiuntura sfavorevole alla Lega Nord com’è questa, in cui il partito di Bossi perde consensi in tutto il nord Italia (Milano!), gli opitergini hanno ribadito la loro lontananza da certi valori e da certi atteggiamenti populisti. Nonostante, per la prima volta, il Carroccio e il PDL di Oderzo fossero riusciti a trovare un accordo convergendo, almeno al ballottaggio, sulla candidata Durante, gli elettori hanno duramente rifiutato la loro proposta.

Ora però Dalla Libera è chiamato ad un compito quanto mai difficile: il larghissimo consenso ricevuto impone un’azione amministrativa controllata e rispettosa delle minoranze, che faccia tesoro del consenso e restituisca ai cittadini la fiducia accordatagli.

Al ballottaggio, andiamo a votare.

Da , 26 maggio 2011 16:35

Il voto degli elettori opitergini ha confermato le previsioni della vigilia elettorale: al ballottaggio, infatti, si presenteranno il sindaco uscente Dalla Libera, forte di cinque anni di amministrazione, e la sua principale sfidante, Michela Durante, candidata per la Lega Nord.
Noi Giovani per Oderzo riteniamo opportuno unirci a quanti hanno già sottolineato l’importanza e il valore civico di questo voto, invitando i nostri concittadini ad andare a votare e ad esprimersi. Infatti, anche chi è rimasto deluso dall’esito del primo turno e non ha visto il proprio candidato raggiungere il ballottaggio, è chiamato oggi a scegliere chi amministrerà la città per i prossimi cinque anni.
La nostra associazione si è sempre posta in maniera decisamente critica nei confronti dell’amministrazione uscente ma ancor di più si è distinta per la netta e costante distanza dalla politica della Lega Nord, a tutti i livelli. I valori e le sensibilità della Lega Nord sono quanto mai lontani ed estranei da quelli che sottendono alla nostra attività e al nostro impegno. Dalle pagine de lo Strillone abbiamo spesso denunciato il malgoverno e l’arroganza con cui la Lega, partito di governo a Roma e di opposizione sul territorio, ha condizionato la nostra collettività. Non abbiamo mai risparmiato accuse alle scelte dei vari Maroni, Zaia, Gentilini o Muraro con i quali la Lega Nord di Oderzo mostra, orgogliosamente, di avere ottimi rapporti.
Ci auguriamo un’ampia partecipazione al voto nella consapevolezza che, in democrazia, la maggior condivisione di una scelta così importante non può che giovare, qualunque sia l’esito, alla città di Oderzo.

Panorama Theme by Themocracy