Post taggati: Migranti

L’Ungheria minaccia l’unità Europea

Da , 4 ottobre 2016 06:52

img_3(Aggiornamento: il quorum non è stato raggiunto, ma tra i votanti il SI ha raggiunto il 98%)

Questa domenica gli ungheresi sono chiamati ad esprimersi sulle quote decise dall’Ue per la ripartizione dei migranti. Il premier nazional-conservatore Orbàn, dopo aver fatto erigere barriere con filo spinato ai confini del Paese, ha deciso di dare battaglia a Bruxelles e chiamare i suoi concittadini a dire la loro in un referendum. Il quesito recita: “Volete che l’Unione europea, anche senza consultare il Parlamento ungherese, prescriva l’immigrazione in Ungheria di persone che non sono cittadini ungheresi?”. Vista l’intensa propaganda del governo e la paura che il fenomeno migratorio suscita non solo dalle parti di Budapest, la vittoria del “no” appare scontata.
La politica dell’esecutivo ungherese degli ultimi anni è stata improntata a un deciso nazionalismo e segnata da una prassi autoritaria che ha creato spesso allarme tra i partner europei. Il ministro degli Esteri del Lussemburgo il 13 settembre scorso è arrivato addirittura a chiederne l’espulsione dall’Ue per i provvedimenti in tema proprio di immigrazione, oltre che di libertà di stampa e di giustizia.
Tuttavia, al di là del problema della gestione dei migranti, sul quale l’Ungheria si trova al fianco di Repubblica Ceca, Polonia e Slovacchia nel cosidetto “Gruppo di Viségrad”, la consultazione referendaria rappresenta un’aperta sfida a Bruxelles e al suo processo decisionale. La posta in gioco sembra essere la prosecuzione del cammino verso una maggiore integrazione tra gli Stati membri, messo già a dura prova dall’uscita della Gran Bretagna dall’Unione. In un momento di crisi economica globale, con l’Ocse che ha recentemente lanciato l’allarme sulla debolezza della crescita mondiale, le politiche nazionaliste di chiusura riscontrano un facile successo. Anche in Italia, secondo un recente sondaggio Demos-Repubblica, solo il 15% dei cittadini pensa che il trattato di Schengen sulla libera circolazione vada mantenuto.
In questo quadro, il 4 dicembre in Austria si terrà il ballottaggio delle elezioni presidenziali e potrebbe vincere il candidato della destra nazionalista. L’Unione europea ha quindi davanti a sé un bimestre che potrebbe cambiarne le sorti.

Anche l’Austria vuole il suo muro

Da , 9 maggio 2016 08:34

Brennero

Il progetto di un’Europa unita sta vacillando per l’incapacità di gestire i flussi migratori provenienti dal Medio Oriente e dall’Africa. Emergono paure e nazionalismi, che portano all’innalzamento di muri e ogni mattone è una picconata al trattato di Schengen e all’idea di uno spazio comune. L’ultimo caso è quello dell’Austria, che sta costruendo una recinzione metallica al Brennero, appena più in là del confine con l’Italia. Per il momento il flusso dei veicoli sarà semplicemente rallentato per ottimizzare i controlli, e il limite di sicurezza sarà fissato a trenta chilometri all’ora. Ma il governo austriaco ha già annunciato che in caso di emergenza la barriera verrà alzata. In cambio della rinuncia dell’Austria ad una chiusura delle frontiere, l’Italia si è impegnata a realizzare nuovi centri di accoglienza per i migranti. Continua la lettura 'Anche l’Austria vuole il suo muro'»

Chi cavalca la paura non aiuta a farla sparire

Da , 8 aprile 2016 11:44

Chi cavalca la paura...

Il tema dell’accoglienza ai migranti nella caserma di Oderzo sembra destinato a mantenere la sua posizione centrale nella campagna elettorale di qualunque candidato Sindaco degli opitergini. L’ultimo avvenimento riportato dalla stampa locale che ha creato non poche polemiche è stato il sopralluogo del Prefetto nei luoghi delle ex caserme, a Magera, per capire come sistemare le strutture prefabbricate destinate ad ospitare i primi migranti. Allertati dalla presenza di numerosi esponenti delle Istituzioni, sul posto si sono recati oltre ad alcuni cittadini, anche il Sindaco Bruno De Luca e altri esponenti della maggioranza in Consiglio Comunale, che hanno rilasciato dichiarazioni contrariate alla stampa locale. Continua la lettura 'Chi cavalca la paura non aiuta a farla sparire'»

Comunicato Stampa

Da , 27 novembre 2015 18:58

Pubblichiamo il comunicato inviato ieri alla stampa locale in merito alla discussione sul tema dei migranti alle caserme Zanusso e alla marcia organizzata dalla maggioranza che sostiene l’amministrazione opitergina. È stato sottoscritto da noi GpO e da molte associazioni e cittadini dell’opitergino-mottense.

 

Le liste civiche di maggioranza opitergine hanno organizzato per sabato 28 novembre una manifestazione-corteo contro la creazione di un hub per l’accoglienza di migranti richiedenti asilo presso la struttura dell’ex caserma Zanusso. Continua la lettura 'Comunicato Stampa'»

Panorama Theme by Themocracy